7 modi per affrontare la depressione al meglio

Se sei malato di depressione sappi che sei capitato nell’articolo giusto perchè è un argomento che mi riguarda molto da vicino e che ho molto a cuore.

Disclaimer: se soffri di depressione è sempre bene che tu ti rivolga ad uno specialista come un neurologo, psichiatra o psicologo, usa i consigli che ti offro in modo molto spassionato, ma non prenderli come oro colato.

Detto ciò, come avrai intuito, ho sofferto anche io di depressione e non di quella passeggera che la gente comune etichetta come tristezza o malinconia, ma quella vera e propria che intaccava seriamente la mia qualità di vita.

Se un povero idiota come me ne è uscito puoi farlo anche tu e io posso aiutarti.

Se soffri di depressione sappi che hai il mio pieno sostegno e qualunque siano le cause scatenanti (e possono non esserci) sappi che ne uscirai trionfante prima o poi, e come ho già detto in quest’altro articolo (Il suicidio è la soluzione ai nostri problemi?) farla finita non è mai la soluzione migliore.

Come l’ansia (di cui parlo in quest’altro articolo), la depressione è una malattia debilitante che è ormai troppo spesso sottovalutata dalle persone comuni, solo a tratti anche peggiore.

La depressione agisce lentamente e silenziosamente e a poco a poco ti logora dall’interno facendoti vedere la vita che ti circonda in modo sempre più grigio, ti spinge a isolarti e a farti smettere di avere relazioni sociali, ti spinge a non curarti più, a perdere l’interesse per ogni cosa, e in casi peggiori anche a non lavarti.

Insomma è una brutta bestia da affrontare e in questo articolo voglio darti 7 dritte per affrontarla con successo.

Come ho già detto, non provare a curarti da solo, cerca sempre di affiancare psicoterapia e nei casi più gravi una farmacoterapia, bisogna estirpare questo male con ogni mezzo a disposizione.

Come sempre non cercherò di darti consigli banali come: fai sport, fai una alimentazione corretta oppure banalmente riconosci la depressione.

Quelli che ho appena detto sono cose che tu devi fare a prescindere e la base è una vita regolare.

Qui voglio aiutarti a combatterla veramente.

Ma veniamo al dunque.

 

1) Tocca il fondo, lasciati andare

Hai esami da dare? Vai ancora a scuola? Lavori? Nulla ha più importanza quando sei malato, prenditi tutto il tempo che ti serve, e fallo senza rimorsi.

Lo so che molti potrebbero essere dei padri di famiglia che devono portare la pagnotta a casa per far mangiare moglie e figli, ed è sacrosanto, però cerca di far capire ai tuoi famigliari che non stai bene e che non puoi continuare a svolgere così le tue mansioni.

Non aver paura di perdere un anno accademico o scolastico, rimani a casa come se avessi la febbre e non dare retta a quelli che ti dicono cose come “tieni duro” oppure “impegnati di più, non ci vuole niente”.

Loro non sanno cosa ti senti veramente, per te la strada sarà sempre più in salita se non intervieni, e non devi avere rimorsi.

Un giorno tornerai a combattere nella vita quotidiana, quando ne sarai uscito sarai solo più forte e affronterai le cose con più caparbietà e forza d’animo.

Rimani a casa e dedicati ad attività leggere, che ti sappiano intrattenere e che ti soddisfino.

Io per esempio mi sono dedicato alla scrittura di racconti, se sei bravo a scrivere puoi fare lo stesso, oppure se sai suonare uno strumento, suonalo, dipingi, oppure semplicemente guardati tanti film e serie tv per intrattenerti.

Non pensare nemmeno per un attimo di poter fare qualcosa di costruttivo, con la depressione non potrai mai, dovrai guarire a tutti gli effetti per ricominciare.

 

2) Fai cattivo viso a cattivo gioco

Il problema della depressione è che la maggior parte delle volte chi la sta vivendo cerca di non esternarlo, vivendo da solo con i propri mali.

Se soffri di depressione probabilmente con le persone a te vicine riderai e scherzerai, cercando di non lasciare trasparire nulla delle tue emozioni.

Pensi che sia un problema tuo, pensi che sia una stupidaggine perchè non vedi nessun motivo per essere depresso e temi che gli altri non ti capiscano.

Vinci questa paura e impegnati a esprimere ogni tuo stato d’animo con convinzione, spesso parlando scopri lati della tua personalità che nemmeno conoscevi.

Smettila di ragionare per causa ed effetto, la depressione ha un effetto, ma non ha una causa il più delle volte, perciò non devi farti problemi a esprimerti con le persone che senti vicine, anche se queste potranno non capirti.

So che penserai che sia brutto rovinare un’atmosfera scherzosa, ma questo è l’unico modo con cui potrai uscirne.

Dai tutto te stesso per riuscire ad affrontare questo discorso con tutta la gente possibile e smettila di colpevolizzare te stesso se sei perennemente triste e malinconico.

 

3) Non pensare al futuro

Quello che succede molto di frequente è la continua ruminazione, pensi troppo a cosa accadrà in futuro.

Ti spaventa affrontare un’intera vita in questo stato, ed è comprensibile. Prova a pensare che tornerai a essere solare e propositivo.

L’unica cosa bella del temporale è che prima o poi passerà per fare spazio al sole.

Se stai leggendo questo articolo e soffri di depressione avrai capito che per guarire sono necessari dei piccoli sforzi da parte tua. Uno di questi è smetterla di tormentarti.

Il futuro non è nero come credi.

La depressione ti fa credere cose che non sono reali, la tua vita andrà avanti per il verso giusto se ti impegnerai a guarire.

Non mi credi vero? Probabilmente mi saprai elencare mille motivi per i quali secondo te non è così.

Magari sei uscito da una relazione di trent’anni, magari hai perso la persona a te più cara o magari hai semplicemente perso le speranze.

Non temere, io so per certo che qualsiasi cosa tu stia passando non ti negherà mai un futuro in piena armonia con te stesso, basta volerlo.

Per una volta cerca di credere a una persona che ci è passata e smettila di credere a te stesso, perchè in questi casi è proprio di te stesso che ti devi smettere di fidare.

 

4) Non pensare al passato

Nostalgia? Rimorsi? Niente conta più ormai, il rimuginio è inutile.

Come il futuro, così anche il passato tormenta il tuo animo, o perchè ti manca essere quello di un tempo o perchè hai paura di aver compiuto scelte sbagliate che ti hanno portato a vivere in questo stato.

Quello che ti dico io è di smetterla di ipotizzare come sarebbe stato il presente se avessi fatto quella determinata scelta.

Il presente è adesso, devi saperlo vivere, senza paura di compiere scelte sbagliate. Non ci sono scelte giuste o sbagliate, solo le tue scelte, quelle che ti hanno portato qui dove sei ora.

Non colpevolizzarti con frasi del tipo “avrei dovuto fare quello” o “mi sarei dovuto comportare così”, nulla ha più importanza.

La tua depressione c’è, indipendentemente da quello che hai fatto in passato, non è colpa delle tue scelte, devi andare avanti e basta.

Devi prendere questa come una sfida, una volta superata vedrai il passato come un piacevole ricordo e cancellerai dalla memoria questo brutto periodo che stai vivendo.

 

5) Imponiti degli obblighi

So che questo punto va molto in contrasto col punto 1, però quello che intendo è tutt’altro.

Quando ti dico obblighi, intendo obbligarti a fare attività che normalmente ti dovrebbero far piacere, ma che con la depressione e l’anedonia perdi l’interesse nel farle.

Chiama un tuo amico e chiedigli di uscire per prendere una birra, così ti sentirai obbligato a uscire per non dargli buca e vincerai l’anedonia.

Paga un somma sostanziosa per un corso di cucina, un abbonamento in palestra, un corso di inglese, così l’ingente denaro speso ti obbligherà a presentarti e a svolgere quella determinata attività.

Non dico che devi fare un corso intensivo di lingua straniera, sarebbe troppo, comincia con attività leggere.

E’ fondamentale che tu trovi un modo per obbligarti a fare cose, anche contro la tua volontà, perchè spesso la depressione ti spinge a rimanere a casa e non fare nulla se non rimanere da solo con i tuoi pensieri negativi.

 

6) Chiama aiuto

Forse l’ho già detto, ma è meglio ribadirlo: tu non basti per affrontare i tuoi demoni.

Non scegliere persone a caso, molti non riuscirebbero a capirti, potrebbero sminuire il problema o peggio ancora negarlo.

Cerca una persona, un amico, un parente (stretto possibilmente), che possa esserci passato o che minimamente possa capire la tua malattia.

Se non hai nessuno cerca online sui social persone nella tua zona che siano come te, spesso ci sono degli interi gruppi di confronto.

Scrivi anche a me in privato, cercherò di aiutarti, non avere paura.

Paga uno psicanalista bravo con una buona reputazione, benedicigli i soldi che hai speso perchè anche se non è bravo lui ti costringerà ad aprirti e questo farà scoprire lati nascosti della tua psiche. Magari riesci a capire la causa del tuo problema, ammesso che ci sia.

Il tuo problema non lo sconfiggerai MAI da solo, questa è una certezza. Anzi forse da solo potrai solo peggiorare le cose.

 

7) Non avere paura

Paura? E di che?

E’ semplice: di vivere.

In che senso?

Io personalmente ho avuto paura di vivere fino alla morte in quella condizione, ho pensato che forse morire fosse la soluzione per non vivere.

Ogni mattina forse ti sentirai come se fosse una fatica immensa affrontare un altro giorno, e ritieni che vivere un’intera vita così sarà un supplizio interminabile.

Non devi avere paura di vivere (o in questo caso sopravvivere).

Una volta riconosciuta la malattia sarai in grado di curarla e presto o tardi, anche se non mi credi, sappi che non sarà così dura vivere, anzi per te sarà un’immensa gioia farlo.

Vivere ti renderà felice.

Ti prego, credimi. Quando guarirai sarai aggrappato alla vita e vorrai coglierne ogni sfumatura, vivendo ogni esperienza possibile, e godrai di ogni cosa.

 

Se l’articolo vi è piaciuto seguitemi qui e sulla pagina facebook, mettete un “mi piace” e condividete sui social.

Vi ricordo di farmi sapere la vostra nei commenti.

Non importa di che male soffri, dalle ceneri risorgerai.

POST FATA RESURGEMUS

fenice

 

 

 

Annunci

Una risposta a "7 modi per affrontare la depressione al meglio"

Add yours

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: