Salvini ha ragione o è un dittatore?

Non c’è veramente niente da fare, Salvini ormai sta diventando il volto della nostra nazione tricolore, seppur il nostro primo ministro si chiami Giuseppe Conte. Noi italiani lo stiamo sempre di più appoggiando tanto che ormai la lega sta ricevendo un consenso sempre maggiore, che tu lo voglia o no.

La propaganda del partito della lega si basa in maggioranza su un solo problema: l’immigrazione.

Tu che stai leggendo probabilmente sarai un suo sostenitore, oppure nel caso contrario sarai comunque venuto attratto dal titolo o per lo meno incuriosito dall’opinione che io ho di lui.

Io non sono di parte, non voto perchè nessun partito rispecchia le mie idee, e non sono qui nè per denigrare la campagna politica di Matteo Salvini nè per elevarlo salvatore del nostro paese.

Passiamo alla domanda principale, penso che Salvini abbia ragione o sia solo un dittatore, nostalgico del ventennio, populista che vive sulla propaganda contro l’immigrazione?

Beh… Nessuna delle due, posso risponderti dicendoti che per quanto abbia il polso fermo lui non è un dittatore e probabilmente non lo sarà mai. Perchè?

E’ indiscutibile che l’Italia sia una repubblica democratica e che tale rimarrà ancora per molto tempo.

Dico molto tempo perchè anche la democrazia è destinata a crollare, ma i tempi ancora non sono maturi.

E allora perchè una figura come Matteo Salvini, che molti ritengono un fascista xenofobo, pronto a sacrificare un miriade di vite umane per ottenere consensi oggi sta diventando la figura di riferimento della nazione?

La risposta è semplice: la paura.

C’è chi abita in realtà molto piccole e a dimensione d’uomo come paesini o cittadine che non percepiscono la realtà dei fatti e che non vedono nella forte immigrazione un problema che ci sta riguardando sempre più da vicino. Sei uno di quelli? Forse tu odierai Matteo Salvini, ma lascia che io ti dica una cosa: l’immigrazione ormai ha raggiunto livelli ingestibili ed è vero il fatto che molte figure di spicco in ambito politico e non ci stiano marciando su. Questa purtroppo è una realtà da cui non possiamo scappare.

Stavo parlando della paura? Adesso ci arrivo.

I clandestini vivono in condizioni pietose, non trovano lavoro e il loro degrado è risolvibile in un solo modo: buttarsi sull’illecito.
Ebbene sì: tu, italiano, che vivi in una grande metropoli hai paura di loro e hai ragione.
Salvini è il liberatore.
Tu che lo hai votato vuoi mandare a casa gli immigrati che sono dei possibili criminali che stuprano, commerciano droga e uccidono spesso e volentieri.

Però, e c’è un grosso però, non è colpa loro e questo lo devi accettare. Così come devi accettare che non tutti i criminali sono immigrati o zingari e non tutti gli zingari o immigrati sono criminali

Tu che hai votato Salvini lascia che ti dica una cosa: loro sono giustificabili, che tu lo voglia o no. Loro sono vittime, un po’ come te che paghi tasse pari a quasi la metà del tuo stipendio lordo.
Tu hai paura di loro, ma non è così che risolverai le cose, la guerra contro qualcosa non è stata mai vinta con la violenza, devi provare a capirlo.

Parliamo dell’Aquarius.
Chiudere i porti e scaricare il problema sulle altre nazioni europee mettendo a rischio la vita di esseri umani forse per molti è un modo di farsi sentire, un modo per urlare aiuto al resto d’Europa, ma non è giusto nei confronti di queste che sono persone come te.

Sono un buonista mi starai dicendo? Ti sbagli.

La tua vita di Italiano non è più importante di quella del Libico o del Tunisino. Gli oppositori di Matteo Salvini e quelli che vogliono integrare queste persone non sono solo dei buonisti, loro vogliono aiutare persone come te.

Il futuro del mondo che tu lo voglia o no è il cosmopolitismo, l’Italia è la strada verso l’Europa e, anche se non lo meritiamo o non lo vogliamo abbiamo sulla nostra coscienza e sotto la nostra responsabilità queste vite umane.

Salvini ha ragione?

Sì, l’Europa deve aiutarci, ma non lo farà mai finchè il problema non raggiungerà il limite (e non manca molto). L’integrazione di massa non sarà mai la soluzione, e gli altri paesi piano piano se ne stanno rendendo conto.

No, il futuro del mondo è il cosmopolitismo, e non sarà la paura da cui deriva l’odio a fermare questo inevitabile processo. E non è giusto che il prezzo per questo futuro sia pagato in vite umane

Purtroppo per te, caro italiano, nessuno vorrà mai il tuo bene e per adesso non c’è una soluzione al problema degli immigrati, accettalo.

Dobbiamo rialzarci come nazione, investire il nostro denaro nella costruzione di infrastrutture volte alla nostra crescita come nazione. E solo dopo che tu, io e tutta la nazione avremmo stretto le chiappe in nome di un obiettivo più grande di noi saremo in grado di risolvere il problema dell’immigrazione.

Pro immigrati? Contro immigrati? Non è importante.

Quello che importa è cambiare noi tutti come mentalità, lottare e sacrificare noi stessi per un futuro più prosperoso. Inizia tu a non pensare più a tirare acqua al tuo mulino per arrivare a fine mese sopravvivendo.

Vota anche Salvini, vota il PD, vota il M5S, ma votali sperando che cambino le cose e rivedi l’opinione che hai del rappresentante della tua idea politica, ascolta la controparte e decidi in base al bene della nazione, non al tuo.

La paura genera odio e l’odio è una ragione sufficiente per riunirsi, ma non è una ragione costruttiva volta al bene del paese.

Matteo Salvini vive con il tuo odio.

Matteo Salvini rimanda l’inevitabile.

 

Che tu sia d’accordo con me o meno, fammi sapere la tua nei commenti e se ti è piaciuto l’articolo condividilo e fammelo sapere con un “mi piace”.

Ti ricordo inoltre di mettere “mi piace” alla nostra pagina su Facebook e ricordate: Post fata resurgam, dalle ceneri risorgeremo, o mie fenici.

fenice

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: